Calendula officinalis - officinale


Nome scientifico: Calendula officinalis
Famiglia: asteracee
Habitat: zone mediterranee
Sinonimi:Garofano di Spagna
Provenienza:Egitto,Italia, coltivata

La Calendula officinale è una pianta comunissima, riconoscibile dal bellissimo e caratteristico colore dei suoi fiori, arancioni o gialli con forma di simile a quella della margherita. Per il colore dei fiori la calendula viene anche chiamata Fiorarancio.
Il nome, pare attribuito dai Romani, fà riferimento al ciclo mensile, la calenda, poichè il fiore fiorisce una volta al mese. Si narra che questo ciclo sia legato al ciclo lunare.

Impiego tradizionale della calendula
uso interno:
- scarse mestruazioni
- immunostimolante

uso esterno
- antiinfiammatorio locale
- antiarrossante

Per uso interno, generalmente come tintura madre o macerato glicerinato, viene impiegata nelle disfunzioni dell'apparato genitale femminile, poichè aumenta le mestruazioni scarse e diminuisce le abbondanti, ma è utilissima soprattutto per uso esterno, poichè i principi attivi presenti hanno ottimi effetti su una grande quantità di malattie della pelle, dall'acne ai geloni.
La tintura madre di Calendula viene anche indicata per arrossamenti e infiammazioni della cute di qualsiasi origine. Generalmente ben tollerato dalle mucose, è molto indicato per gli eritemi da pannolino della prima infanzia.
L'estratto di pianta fresca di foglie e fiori di Calendula, attiva in sommo grado le proprietà antiinfiammatorie, lenitive e cicatrizzanti.

La parte impiegata della calendula sono i fiori poichè sono ricchi di triterpeni, flavonoidi, polisaccaridi, caroteni, fitosteroli e olio essenziale.
Le foglie della calendula a differenza del fiore vengono considerate tossiche.

Studi scientifici
Alcuni studi scientifici avrebbero evidenziato la caratteristica antiinfiammatoria della calendula. Questa sarebbe stata attribuita alla componente non saponificabile, flavonoidi e mucillagini1.
Altri studi avrebbero invece dimostrato la capacità immunostimolante attribuendo questa capacità alla componente polisaccaridica.
Per la presenza di caroteni, la calendula viene anche indicata come protettivo contro i danni dei raggi solari sulla pelle.


calendula estratto secco
Car. Organolettiche:polvere di colore marrone
Solubilità:parzialmente solubile in acqua
Principi attivi.:saponine,xantofille,flavoni,mucillaggini
Titolo FU o altro testo:min.2.5%saponine (ac.oleanolico),E/D 1:4
Categoria terapeutica: coleretico,emmenagogo,antidismenorroico
Preparazioni e usi: 300 mg in caps.2-3 volte/di'prima dei pasti

bibliografia:
1 - Le 100 erbe della salute - Fabio Frenzuoli - tecniche nuove

Note e avvertenze:



Cerca calendula su Google